Latest Posts

Il festival Boscadrà

Una sagra per scoprire la realtà territoriale locale e avvicinare il pubblico  alle attività manuali contadine. È questo l’obbiettivo del festival Boscadrà, un avvenimento speciale che ogni anno raccoglie intorno a sé moltissime  persone interessate alla natura, all’enogastronomia locale, al mondo dell’erboristeria e a quello contadino. Le attività e gli appuntamenti in programma durante questo festival non solo comprendono assaggi di prodotti tipici, cene contadine e spiegazioni educative in merito all’arte dell’agricoltura, ma quanto più si propongono di fornire proposte culturali a 360 gradi.

È per tale ragione che sono diverse le esibizioni musicali e i concerti organizzati per il Boscadrà, eseguite da band e  professionisti della musica che credono nella realtà di questo progetto. Con l’avvento della tecnologia e della globalizzazione, il mondo agricolo sembra aver perso tutto il suo fascino ed è ormai relegato ad una semplice attività lavorativa in grado di fornirci bevande e prodotti indispensabili per la salute del nostro corpo e la nostra dieta mediterranea.

Ma la verità è che proprio grazie alle attività manuali che il progresso è stato capace di avanzare e per le quali oggi possiamo scegliere fra una vasta gamma di prodotti freschi, genuini e di alta qualità. Uno degli eventi del festival riguarda anche la diffusione e condivisione di consigli e suggerimenti in merito alle erbe: quelle più adatte per curare il corpo, ristabilire i processi biologici all’interno del nostro organismo, tranquillizzarsi, creare una maschera di bellezza naturale, insaporire i nostri piatti, profumare gli ambienti domestici e chi più ne ha più ne metta.

Le occasioni di incontro e condivisione non mancano di certo all’interno di questa sagra, che può contare anche sulla possibilità di effettuare campeggio in maniera gratuita. Attrezzatevi di torcia, zaino e tenda e dedicate del tempo a voi stessi, facendo un tuffo nel passato e tendendo la  mano verso Madre Natura.

Perché dobbiamo consumare il cibo locale

A chi di noi, durante un viaggio fuori dai confini della propria nazione, regione, ma anche provincia, non è mai passato per la mente l’idea di provare il piatto tipico del posto in cui si trova? Che ci si rechi lontano da casa per lavoro o per ferie, interiormente si ha sempre l’impulso di provare una pietanza nuova e differente da quelle a cui siamo normalmente abituati. Il motivo?

Conoscere veramente una nuova cultura e apprendere le tradizioni culinarie del luogo. Sono infatti i prodotti culinari tipici di una località uno dei miglior modi attraverso cui potersi ambientare e sentirsi parte  integrante della realtà in cui si trova. E tutto ciò è importantissimo, perché consumare piatti locali significa mantenere vive le tradizioni di un mondo diverso da quello di appartenenza; assaporare nuovi sapori ci apre ad un universo di emozioni e sensazioni uniche e speciali, a cui è possibile accedere solamente con l’utilizzo dei nostri sensi.

Così come rimaniamo completamente incantati davanti alla visione di spettacoli naturalistici o architettonici, e così come veniamo rapiti dalla bellezza di una composizione musicale, lo stesso discorso vale anche per il cibo: dobbiamo usare il gusto e l’olfatto per godere appieno dell’esperienza sensoriale e lasciarci trasportare dalle pietanze e dai manicaretti realizzati in terra  straniera. Mangiare prodotti tipici significa consumare cibo fresco e genuino, frutto della terra e del duro lavoro umano.

Di una popolazione che a poco  a poco  stiamo scoprendo e che direttamente e forse inconsciamente, stiamo aiutando a mantenersi vivo nella sua diversità, in un mondo dove la globalizzazione impera e i cibi precotti sembrano avere molto più spazio e importanza rispetto ai piatti appartenenti alla tradizione. Consumare prodotti locali e seguire ricette fatte in case significa preservare e mantenere intatte usanze, costumi e tradizioni proprie del genere umano.

Ricette tradizionali della Val Borbera

Questa valle piemontese racchiude in sé diverse tradizioni e costumi davvero particolari. I suoi paesaggi da sogno, il silenzio e la tranquillità di boschi e montagne, il placido scorrere del fiume, gli spazi verdi dove poter fare un pinic rilassante e scoprire le bellezze paesaggistiche della zona. La Val Borbera è uno dei siti di interesse  da visitare quando ci si reca nel nord Italia. Non solo per via della ricchezza e varietà del suo paesaggio ma anche e soprattutto grazie alla presenza di una vasta lista di prodotti locali.

Fate provare alla vostra escort Italia il famoso formaggio di Montebore, le buonissime patate Quarantine o le fagiolane di Figino; specialità del territorio che certamente non sarà facile ritrovare una volta ritornati a casa. Non c’è niente di meglio infatti che scoprire il posto in cui ci si trova, vuoi per motivi di lavoro, vuoi per motivi di studio o vacanza, assaggiando qualche sua gustosa pietanza. Mele carle, funghi , miele, castagne, tartufo nero sono prodotti tipici di questa valle, sfiziose leccornie che sapranno certamente deliziare le vostre papille gustative e gli appetiti più famelici.

Continuate poi il vostro tour enogastronomico della Val Borbera provando insieme alla vostra escort Italia i celeberrimi ravioli di riso e latte, conditi con panna fresca o la tanto decantata polenta, fatta anche con la farina di castagne. La vostra bellissima accompagnatrice, ancora una volta fedele compagna di viaggio e di escursione, sarà contenta di assaporare questi manicaretti tradizionali, magari durante una cena tipica o un pranzetto preparato apposta per l’occasione.

Grazie al suo carisma e al suo irresistibile fascino, questa bellissima fanciulla vi incanterà completamente, raccontandovi aneddoti divertenti e interessanti e chiedendovi informazioni riguardo la bella Val Borbera.  Potrete suggerirle un assaggio del gettonatissimo salame greco, anche chiamato salame di cioccolato, un dolce gustoso che andrà a chiudere in bellezza la vostra serata. In compagnia della vostra accompagnatrice Venezia potrete gustare un succulento cotechino accompagnato dalle locali fagiolane, un tipo di fagiolo molto simile a quello bianco di Spagna.

Legumi e selvaggina sono in effetti tra i prodotti più cucinati della valle, data la vasta offerta enogastronomica derivata da Madre Natura. Il tutto accompagnato da un bel bicchiere di vino, intenso e corposo, un’opzione vincente sia per i primi piatti che per i secondi. Basti pensare alle diverse tipologie di pasta, ravioli, riso, lasagne che vengono elaborate in questa zona e al gran numero di carni e salumi che derivano dalla fauna locale. Se volete trascorrere un soggiorno piacevole e divertente con la vostra escort Italia dal http://www.escortitalia.com/, non dimenticate di farle fare un tour enogastronomico, all’insegna dei piatti e delle ricette più suggestive e accattivanti.

Capaci di descrivere al meglio il sentimento e le abitudini di un popolo e trasmettere quei valori che lo rendono così unico e speciale. Qualunque siano i vostri gusti, scelte in fatto di cibo e  preferenze culinarie, non vi preoccupate. La Val Borbera è pronta ad accogliervi con un’ampia gamma di prodotti e ricette gustose, che vi faranno scoprire aromi, gusti e profumi unici nel loro genere.